Corona Daily Comment – ITA | 08

ESCLUSIVO! I risultati del modello sviluppato da FinLantern sull’andamento dell’epidemia di Coronavirus

Coronavirus Daily Comment (n. 8)

(di Riccardo Esposito, CEO a FinLantern)

 

 

 

 

In questo numero:

  • Il ranking delle nazioni in base alla velocità di contagio
  • Analisi qualitativa di Germania, Francia , Spagna, UK, Svizzera e USA
  • Presentazione dei principali risultati indicati dal modello di monitoraggio e previsionale della curva epidemiologica sviluppato da FinLantern.
  • Commento sui dati di ieri (25 marzo)
  • Previsioni sui dati di oggi (26 marzo)
  • Analisi dell’eventuale impatto degli ultimi dati sul mercato italiano: POSITIVO!

 

 

Cari amici di FinLantern,

Come vi avevo anticipato, da oggi potrò mandare per email il nostro Corona Daily solo a coloro che si sono registrati (http://community.finlantern.com/events/124-corona-daily-comment), mentre tutti potranno comunque continuare a scaricarlo direttamente alla pagina di archivio (https://finlantern.com/corona-daily-comment-summary/).

Ieri, a parte un grande interesse per la mia “pasta alla carbonara” (è nata anche una querelle sul fatto che nella pasta alla carbonara ci voglia, come faccio io, o non ci voglia la cipolla 🙂 ), sono stato molto contento dei vostri ringraziamenti per la classifica dei contagi per numero di abitanti di ciascun paese.

Questa però rappresenta solo una fotografia in un determinato istante della situazione in un paese e non dà alcuna indicazione della tendenza o della velocità del contagio, informazione che vorrei provare a darvi invece oggi.

Vi allego pertanto una tabella che riporta una nostra stima dell’indice Ro al 25/03/2020 dei vari  paesi con più di 1.000 casi positivi ufficiali, in base ai dati dell’ECDPC (European Centre for Disease Prevention and Control). Ricordo, per chi fosse la prima volta che mi legge, che Ro indica il numero di nuovi contagiati che ogni infetto causa, ed è pertanto l’indice principale che ci permette di capire in quale fase dell’epidemia siamo.

Questa classifica vuole mettere in evidenza i paesi più virtuosi (in alto) che hanno messo in piedi delle misure serie per il contenimento dell’epidemia che si riflette in Ro basso, da quelli meno virtuosi e che sono caratterizzati dall’essere in una fase espansiva del contagio (Ro elevato).

Inoltre, ho aggiunto dei colori come fattore qualitativo per indicare anche come i vari paesi stanno lavorando per abbassare il loro Ro:

  • NESSUN COLORE: il Ro inizia ad essere contenuto e sta continuando a seguire un trend ben delineato di riduzione.
  • ARANCIONE: il Ro ha un certo trend, ma non ancora ben delineato e comunque resta ad un livello ancora preoccupante per l’espansione dell’epidemia.
  • ROSSO: il Ro è ad un livello molto preoccupante per l’espansione dell’epidemia e/o il Governo di quel paese non sembra avere messo in atto a sufficienza delle misure di contenimento che possano portare questo indice a prendere un trend di ribasso.

 

Come si vede da questa tabella:

I paesi più virtuosi sono la Corea del Sud e l’Italia, a cui aggiungerei sicuramente (seppure si trova più indietro nella classifica) il piccolo Lussemburgo, se non altro per aver fatto un elevatissimo numero di tamponi sulla propria popolazione. Il grande lavoro dell’Italia a mio avviso è pure visibile dal trend molto lineare che il suo Ro ha avuto, segno di aver fatto tanti tamponi, di aver cercato molto attivamente i casi positivi, di grande trasparenza e coerenza dei dati forniti, nonché di aver applicato misure di contenimento idonee. Nessun altro paese sembra essere riuscito al momento a costruire un trend così lineare per il proprio Ro (vedi il grafico dell’Italia alla fine di questo report).

Analizziamo però più da vicino i grafici di alcuni dei paesi più importanti.

GERMANIA (Rank 6): benché l’ultimo Ro sembra essere confortante e abbia fatto guadagnare alla Germania la sesta posizione di questa classifica, a livello qualitativo riteniamo che in Germania non siano state prese sufficienti misure per fronteggiare l’epidemia di Coronavirus e che l’ultimo Ro possa rappresentare un outlayer, rischiando, pertanto,di trovarsi ad un livello più alto nei prossimi giorni. L’R2 molto basso indica che non è ancora stata creata una tendenza al ribasso in maniera netta. BOCCIATA!

 

 

FRANCIA (Rank 16): Benché la Francia risulti indietro in questa classifica, sembra essere la nazione che meglio di tutte le altre ha saputo imitare il sentiero di riduzione di Ro intrapreso dall’Italia. La costanza con cui Ro sembra diminuire (confermato da un R2 elevato) sembrerebbe confermare la serietà delle misure intraprese. Resta da verificare perché Ro si sia praticamente fermato nella sua discesa da circa una settimana: PROMOSSA CON RISERVA!

 

 

SPAGNA (Rank 22): Il livello di contagi più alto in assoluto in Europa (secondo, per ora, solo a quello dell’Italia), un Ro ancora troppo elevato, unitamente ad una tendenza alla sua riduzione non ancora ben definita e caratterizzata addirittura dal fatto che tale indice sia rimasto costante da circa una settimana, mi fanno purtroppo predire che la Spagna rischia di essere di gran lunga il paese più colpito in Europa dal Coronavirus: BOCCIATA!

 

UNITED KINGDOM (Rank 19): valgono più o meno le stesse riflessioni fatte per la Spagna, con le sole attenuanti che l’UK parte da un livello di contagi molto più basso e che il dietro-front di Boris Johnson deve probabilmente ancora iniziare a dare i suoi effetti: BOCCIATA!

 

 

SVIZZERA (Rank 9): L’analisi qualitativa della Svizzera risulta essere particolarmente articolata, data la sua configurazione politica di Confederazione, in cui praticamente ogni cantone ragiona con la propria testa: l’esatto contrario di quello che ci vuole per gestire un’emergenza come questa (come la Cina ci ha dimostrato). Temo purtroppo che anche la raccolta dei dati a livello di confederazione non sia ottimale (ogni tanto qualche Cantone si dimentica di segnalarli o lo fa ad orari diversi dagli altri, e comunque con criteri diversi). Non è un caso che la Svizzera risulti essere il paese al mondo con la più alta densità di contagi (fra quelli con più di un milione di abitanti). Il calo di Ro non è pertanto sufficientemente ben delineato e risulta ancora troppo caratterizzato dalla volatilità dei dati. Unica eccezione potrebbe essere il Canton Ticino, primo Cantone ad essere colpito dal virus, ma anche l’unico che ha adottato misure in linea con quelle dell’Italia: BOCCIATA!

 

 

USA (Rank 27): Se fra i miei lettori c’è qualche sostenitore della teoria del complotto per cui il Coronavirus è stato diffuso in CINA dalla CIA, saremmo allora di fronte al più grande boomerang della storia! Da quello che mi dicono i miei dati, temo purtroppo che gli USA saranno di gran lunga il paese più colpito nel mondo. La situazione in USA si caratterizza, infatti, dall’avere oggi un numero di contagiati già altissimo (ufficialmente 75.000), e questo nonostante una delle più basse densità di tamponi applicati alla propria popolazione (che potrebbe far pensare che in realtà i positivi sono molti di più). Inoltre, l’elevata densità delle grandi città americane potrebbe rappresentare un ulteriore amplificatore. Il Ro è superiore a 3,5 e non vi è nessunissima tendenza per una sua riduzione: BOCCIATI!

 

**********************

COMMENTO AI DATI del 26/03/2020

 

 

I dati di ieri (26/03/2020) sono in linea con le nostre attese e devono essere giudicati POSITIVAMENTE, perché confermano la continua discesa dell’indice Ro, ormai prossimo all’unità.

Benché il numero dei nuovi contagiati (6.153) sia in crescita del 18% rispetto a quello del giorno prima, e sia anche vicino al massimo assoluto mai registrato, questo numero comporta un Ro = 1,07 vs. un Ro = 1,17 del giorno prima.

 

 

RITENGO CHE QUESTI DATI POTREBBERO CONFERMARE CHE IERI (O AL MASSIMO OGGI) SI SIA RAGGIUNTTO IL PICCO DELL’EPIDEMIA IN ITALIA. SE COSÌ FOSSE, RITENGO CHE IL MERCATO ITALIANO POSSA INIZIARE UN CICLO DI SOVRA-PERFORMANCE RISPETTO AGLI ALTRI MERCATI.

 

 

STIMA PER OGGI (26/03/2020)

La nostra attesa per oggi è di un numero totale di contagi compreso tra 86.000 e 87.500.

 

 

**********************

Ieri la bilancia ha dato il suo verdetto: +1.5 kg da quando è iniziata questa clausura in casa. Ho allora iniziato un programma di mantenimento fisico: 40 flessioni!

Oggi sarà il turno degli addominali e spero anche una bella corsetta 🙂

E voi?

 

 

ATTENZIONE! Da oggi, per ricevere il Corona Daily per email e necessario registrarsi su http://community.finlantern.com/events/124-corona-daily-comment. Diversamente si potrà sempre scaricarlo gratuitamente su https://finlantern.com/corona-daily-comment-summary/

Un buon #iorestoacasa a tutti,

 

Riccardo

 

Riccardo Esposito

CEO – FinLantern

e-mail: Riccardo@FinLantern.com

Website: https://finlantern.com/

Linkedin: http://ch.linkedin.com/in/resposito