Corona Daily Comment – ITA | 09

ESCLUSIVO! I risultati del modello sviluppato da FinLantern sull’andamento dell’epidemia di Coronavirus

Coronavirus Daily Comment (n. 9)

(di Riccardo Esposito, CEO a FinLantern)

 

 

 

In questo numero:

 

  • Come il numero di tamponi influenza le statistiche dei contagiati
  • Commento sui dati di ieri (29 marzo)
  • Previsioni sui dati di oggi (30 marzo)
  • Analisi dell’eventuale impatto degli ultimi dati sul mercato italiano: NEUTRO!
  • (nel prossimo numero) Aggiornamento sulla situazione in Germania, Francia , Spagna, UK, Svizzera e USA

 

Cari amici di FinLantern,

 

Inizio subito con il dirvi che i dati relativi al numero di nuovi contagiati in Italia confermano, in base al modello da noi sviluppato, che il picco dovrebbe già essere stato raggiunto alla fine della scorsa settimana e che adesso, mantenendo le misure restrittive e il rispetto per la quarantena, si potrà arrivare in Italia nel giro di 2-3 settimane ad avere un certo controllo dell’epidemia con un drastico calo dei nuovi contagi.

Il nostro SUGGERIMENTO OPERATIVO SUI MERCATI FINANZIARI resta pertanto quello di un sovra-peso sull’Italia, mentre, alla luce di quanto evidenziato nella nostra analisi nel precedente Corona Daily (n. 8), suggeriamo di sotto-pesare per le vicende legate al COVID-19 (escludendo cioè altri fattori) la Spagna e gli USA.

Alcune osservazioni vanno comunque fatte, prima di cantare vittoria:

  • Agli attuali livelli di diffusione dell’epidemia occorre assolutamente ancora continuare a lavorare sulla riduzione dell’indice Ro al fine di dare maggiore respiro alle strutture ospedaliere ormai al collasso (già abbiamo scritto nei nostri precedenti commenti che, in base ai nostri calcoli, esiste un gap di circa 500-750 posti letto per malati gravi per COVID-19 ogni giorno, escludendo pertanto tutti i malati gravi per qualsiasi altra ragione).
  • La riduzione di Ro può avvenire esclusivamente con il rispetto della quarantena da parte di tutti.
  • Tale trend di riduzione non tiene conto, al momento, del principale potenziale rischio legato alla nascita di nuovi focolai, in particolare al Sud.
  • Per “controllo dell’epidemia” intendo un livello di casi ridotto a poche decine al giorno (il COVID-19 non potrà infatti essere eliminato del tutto senza il raggiungimento dell’immunità di gregge o la creazione di un vaccino) che possano essere subito e prontamente individuati e isolati, ricostruendone in tal senso la catena del contagio (attivo e passivo).
  • La nostra previsione, invece, di un “ritorno alla normalità” con la riapertura delle attività potrebbe essere prevista ottimisticamente per fine Aprile, ma solo se si sarà in grado di implementare le misure di rapida individuazione dei casi positivi, ricorrendo non solo a test più evoluti e rapidi, ma anche alla tecnologia (App?). Inoltre, aiuterà sicuramente il fatto di riuscire a trovare delle cure a maggior efficacia e di mettere in atto delle misure di isolamento e protezione per le fasce di età più deboli e soggette a virus.

 

L’IMPATTO DEI TAMPONI SULLE STATISTICHE

Finalmente riesco a rispondere a una domanda che mi è stata posta da moltissimi di voi: come viene considerato il numero di tamponi che viene effettuato giornalmente nel modello FinLantern per prevedere l’evoluzione dell’epidemia?

In effetti, il numero di test che viene effettuato ha una correlazione diretta con il numero di casi positivi che viene rilevato. Del resto se una cosa non la si cerca, la probabilità di trovarla sarà nettamente minore.

Questo è proprio uno dei motivi principali, come avevo spiegato nel n. 1 di questa rubrica, per cui avevo selezionato l’Italia come caso-scuola per tutti i paesi occidentali: il fatto di aver fatto fin dall’inizio un elevato numero di test.

Nel caso del modello che ho sviluppato, sebbene il numero di tamponi non rientri tra le variabili prese direttamente in considerazione, va comunque sottolineato che la consistenza dei risultati forniti dal nostro modello resta integra per i seguenti motivi:

  1. Il modello si basa sul delle medie giornaliere del numero di nuovi contagiati. In tal modo, gli effetti di scostamenti che vi possono essere dal fatto di aver fatto un numero abnormemente elevato o basso di test in un singolo giorno vengono ammortizzati e diluiti.
  2. L’obiettivo del modello non è quello di prevedere il numero puntuale di contagi giornaliero, per cui vi potrebbero essere delle significative differenze senza che queste inficino la bontà del modello stesso, bensì quello di prevedere delle tendenze in atto. In questo senso è importante per il modello che non vengano modificate in modo sostanziale le politiche di test.
  3. I risultati previsionali del modello devono comunque saper essere interpretati. In tale importante lavoro di interpretazione da parte mia è stato sempre tenuto in considerazione anche il numero di tamponi effettuato. Per farvi capire meglio il lavoro che ho svolto, nel grafico sottostante è stato messo in relazione il numero assoluto di tamponi giornaliero che sono stati effettuati in Italia (scala di sinistra) con la percentuale di casi positivi che sono emersi grazie ad essi (scala di destra).

 

 

A conferma della buona qualità dei dati di contagio in Italia degli ultimi giorni evidenziata dall’andamento dell’indice Ro (vedi nostra analisi nei report precedenti), benché questi si fossero mantenuti stabili intorno ai livelli massimi di 6.000 casi al giorno, va rilevato che anche la verifica qualitativa di tali numeri effettuata considerando il numero di test svolti, porge un’indicazione positiva: i numeri di contagio degli ultimi giorni rivelano infatti che essi siano stati ottenuti in presenza di un deciso aumento dell’attività di test (negli ultimi 3 giorni sono stati fatti circa un 50% in più di test rispetto alla settimana precedente). Inoltre, nonostante tale più elevata e capillare capacità di ricerca del virus, non sembra che sia  corrisposta una crescita proporzionale dei nuovi contagi, come evidenziato dal fatto che l’incidenza degli stessi è passata da circa il 24% a circa il 17%.

Domani vi darò un aggiornamento su come si sta evolvendo la situazione in Germania, Francia , Spagna, UK, Svizzera e USA.

 

*********************

COMMENTO AI DATI del 29/03/2020

I dati di ieri (29/03/2020) confermano che in Italia si è ormai abbandonata la fase di crescita esponenziale (Ro > 1) in favore di quella lineare (Ro = 1), come precedentemente avevamo stimato. Ritengo che i dati del weekend, in cui Ro sembra essersi stabilizzato intorno a tale valore, debbano avere un impatto sostanzialmente NEUTRO sul mercato italiano.

IMPORTANTE! L’obiettivo di un Ro pari a 1 era solo un obiettivo intermedio. Al fine di poter contenere l’epidemia, occorre che Ro sia sensibilmente minore di 1 e che pertanto riprenda il prima possibile il suo trend discendente. Credo che le misure restrittive varate dal Governo una settimana fa dovrebbero iniziare a dare i loro effetti sul Ro proprio nel corso di questa settimana.

 

 

STIMA PER OGGI (30/03/2020)

La nostra attesa per oggi è di un numero totale di contagi di circa 102.000.

 

**********************

Qui in Svizzera oggi comincia la terza settimana di clausura in casa. Sto passando tanto tempo con mia figlia adolescente, cercando di motivarla ad approfittare comunque di questa situazione per ampliare i suoi orizzonti e sviluppare nuovi interessi. Ma … ATTENZIONE! Io ve lo dico: se le scuole restano chiuse ancora a lungo, saremo io e gli altri genitori di ragazzi adolescenti a trovare un vaccino contro il COVID-19 prima degli scienziati! 🙂

Continuate a scrivermi e a farmi domande e, se pensate che le mie analisi e commenti siano utili, non esitate a condividerle con i vostri amici e colleghi. A questo scopo ho anche creato un tasto di condivisione su LINKEDIN:

Un buon #iorestoacasa a tutti,

 

Riccardo

 

 

 

Riccardo Esposito

CEO – FinLantern

e-mail: Riccardo@FinLantern.com

Website: https://finlantern.com/

Linkedin: http://ch.linkedin.com/in/resposito

 

ATTENZIONE! Per ricevere il Corona Daily per email e necessario registrarsi su http://community.finlantern.com/events/124-corona-daily-comment. Diversamente si potrà sempre scaricarlo gratuitamente su https://finlantern.com/corona-daily-comment-summary/